5° Livello

La formazione socio-cognitiva

La formazione socio-cognitiva è “l’attività volta allo sviluppo e alla formazione di conoscenze e facoltà mentali, sociali e comportamentali in un individuo”, e in HMK viene svolta rispettando la natura e la soggettività del cavallo attraverso un percorso che lo vede come attore principale.
Con la formazione inizia un processo più profondo di sviluppo cognitivo che comprende un arricchimento mentale, sociale ed esperienziale. Ciò fornisce una struttura che permette al cavallo di avere una percezione arricchita della realtà circostante e di se stesso, indirizzandolo verso la capacità di “apprendere ad apprendere” (meta-apprendimento).
Il senso di responsabilità sociale del cavallo viene particolarmente curato in quanto il cavallo stesso è inserito in un contesto in cui convivono anche gli esseri umani, per cui è giusto che esso inizi a comprendere che esistono momenti in cui la cooperazione è necessaria per il benessere di entrambi. La richiesta di cooperazione non sarà mai coercitiva, ma sempre in funzione di una reciprocità di rapporto che giustifica la richiesta stessa. La relazione creata con l’approccio HMK sarà quindi la base assolutamente necessaria per un processo di formazione dove venga esclusa qualsiasi forma di addestramento o coercizione, difatti non è possibile formare un cavallo senza aver creato precedentemente una relazione evoluta che lo motivi ad ascoltare le nostre proposte e ad accettarle.
Con l’acquisizione di determinate competenze, si avrà inoltre la possibilità di intervenire per risolvere eventuali piccoli problemi psico-emotivi del proprio cavallo (oppure più seri, ma sotto la guida dell’istruttore); per rendere questo possibile bisognerà conoscere e comprendere i segreti più intimi della sua e della nostra psiche.
La delicatezza e la profondità di questo livello lo rendono particolarmente intenso, per cui è necessario uno studio che preveda tempo, impegno e molte attività esperienziali.

Prerequisiti

Per accedere al corso di 5° Livello è necessario aver conseguito l’abilitazione di 4° Livello.

Durata del Corso

Il corso è di 24 giorni (144 ore), e può essere organizzato in più moduli. Generalmente sono 12 moduli da 2 giorni consecutivi, distribuiti in 2 anni solari.

Cavalli

In questo corso i partecipanti hanno la possibilità di scegliere se continuare a interagire con il branco HMK o se continuare a partecipare con il proprio cavallo.
Nel primo caso l’allievo sarà agevolato nella comprensione perché potrà interagire con un branco già formato con il nostro approccio, nel secondo caso avrà la possibilità di continuare un percorso assistito con il proprio cavallo, e di avere quindi la personalizzazione sul proprio binomio dell’approccio HMK.

Cosa puoi ottenere dal corso?

La frequentazione del corso permette di accedere all’esame di Abilitazione del 5° Livello.

Il superamento dell’esame certifica:

  • la tua capacità di riconoscere l’altro e di renderlo parte attiva e soggettiva nella relazione e nel co-apprendimento;
  • le tue conoscenze sui principali temi etici della formazione;
  • le tue conoscenze approfondite sulla psiche del cavallo;
  • la tua capacità di avviare un percorso di formazione socio-cognitiva con il tuo cavallo;
  • la tua capacità di poter riconoscere gli stati psico-emotivi del tuo cavallo che necessitano di un intervento di aiuto;
  • la tua capacità di intervento su alcuni problemi psico-emotivi del tuo cavallo;
  • la tua capacità di creare una co-esistenza uomo-cavallo che permetta un’evoluzione reciproca (co-evoluzione cognitiva).
Il tuo nome verrà inserito nell’elenco delle persone abilitate a livello nazionale presente sul sito come da Carta e Regolamento HMK depositati presso SIAE.

Piano Didattico

La cognizione equina

  • La mente del cavallo:
    – come “pensa” un cavallo;
    – la sua percezione di sè e del circostante;
    – autoconsapevolezza.

Identificazione e soggettivizzazione

  • Significato di “identificare” e “soggettivizzare”:
    – perchè, quando e come identificare o soggettivizzare.
  • Cosa comporta nella mente del cavallo essere “identificato” o “soggettivizzato”:
    – come si modifica il suo modo di essere, di sentirsi e di esprimersi.
  • Come identifica e soggettivizza il cavallo.
  • L’unità che deriva dalla fusione delle soggettività di uomo e cavallo.
    (Teoria)

Etica della formazione

  • Rispetto delle esigenze biologiche e psico-emotive del cavallo.
  • Fiducia e fiducia consapevole.
  • Libertà individuale e libertà relazionale.
  • Giustizia e dignità:
    – definizione di giustizia nel mondo umano: analisi e considerazioni etiche;
    – analisi del senso di giustizia negli animali umani e non umani;
    – preservazione della dignità.
  • Fiducia consapevole reciproca, libertà relazionale, preservazione della dignità reciproca e responsabilità dell’umano come fulcro dell’etica della formazione.
    (Teoria)

Co-apprendimento e co-evoluzione cognitiva

  • L’apprendimento reciproco (co-apprendimento).
  • L’evoluzione cognitiva reciproca (co-evoluzione cognitiva).
    Tali argomenti, già trattati nel 3 livello, sono qui ripresi, ampliati e approfonditi alla luce delle nuove conoscenze in corso di acquisizione.
    (Teoria)

La formazione socio-cognitiva

  • Significato di “formazione socio-cognitiva”.
  • Le responsabilità conseguenti alla formazione: quali sono, perché e come assumercele.
  • Approfondimento del concetto di autorevolezza.
  • Ampliamento del concetto di non azione.
  • Relazione, correttezza e autorevolezza, come basi della formazione socio-cognitiva.
  • Perché e quando si rende necessaria una formazione socio-cognitiva:
    – affermazione e ri-affermazione della relazione;
    – facilitazione di nuove esperienze altrimenti non possibili.
    (Teoria)

La comunicazione atta alla formazione socio-cognitiva

  • La comunicazione soggettivizzata:
    – effetti positivi sulla mente e sul comportamento del cavallo;
    – effetti positivi sulla relazione.
    • L’avvicinamento consapevole (trasmissione di un messaggio)*
      *Questo argomento, già trattato nel 3° livello, è qui ripreso, ampliato e approfondito alla luce delle nuove conoscenze in corso di acquisizione.
    • I messaggi “emozionali”:
      – significato e caratteristiche;
      – come metterli in pratica;
      – effetti positivi sulla mente e sul comportamento del cavallo;
      – effetti positivi sulla relazione.
    • I messaggi tramite lunghina come mediatore di comunicazione:
      – come metterli in pratica;
      – effetti positivi sulla mente e sul comportamento del cavallo;
      – effetti positivi sulla relazione.
      (Teoria e pratica: l’allievo potrà mettere in pratica ciò che ha imparato con il cavallo del branco HMK con cui ha instaurato un rapporto nei livelli precedenti, oppure con il proprio cavallo).
      Nota bene: Verranno eseguite delle registrazioni video dell’allievo durante la pratica con i cavalli per permettere un feedback costruttivo a supporto dell’apprendimento.

    Interventi sullo stato psico-emotivo (accenni introduttivi)

    • Gli stati psico-emotivi del cavallo che rientrano nella norma.
    • Riconoscere e comprendere gli stati psico-emotivi che necessitano di attenzione e/o intervento, anche quelli più nascosti e profondi.
    • Le responsabilità negli interventi di aiuto a stati psico-emotivi anomali.
    • L’intervento come stimolatore di pensiero e di cambio di paradigma nel cavallo.
    • Come intervenire in aiuto al proprio cavallo tramite:
      – messaggi “emozionali”;
      – messaggi trasmessi con lunghina come mediatore di comunicazione.
      (Teoria e pratica con il branco HMK e/o il proprio cavallo)
      Nota Bene: nel pieno rispetto della filosofia HMK, gli interventi verranno eseguiti nella pratica solo ed esclusivamente ove ve ne fosse la necessità. Non verranno mai create situazioni ad hoc (conduzione del cavallo in stati psico-emotivi anomali) solo per motivi accademici. Questo al fine di non usare i cavalli come strumenti di apprendimento, nel pieno rispetto della loro soggettività, dignità e libertà.

    La co-esistenza

    • Vivere e convivere condividendo attività in libera cooperazione. (Teoria)
    • Attività esperienziali con il branco HMK:
      – la passeggiata esterna in sicurezza con il cavallo libero, non domato, non addestrato, in relazione con l’uomo e consapevole di sé, del circostante, del proprio compagno e delle esigenze reciproche;
      – la passeggiata esterna in sicurezza condivisa tra branco umano e branco equino composto da individui liberi, non domati, non addestrati, in relazione con l’uomo e consapevoli di sé, del circostante, dei propri compagni equini e umani e delle esigenze di un “branco interspecie”.
    • Sviluppi della co-esistenza e indirizzi futuri.

    Calendario Corsi Anno 2017

    • CORSO UNICO – Abilitazione di 5° Livello: la formazione socio-cognitiva
      – Modulo 1: 18-19 Marzo 2017
      – Modulo 2: 22-23 Aprile 2017
      – Modulo 3: 20-21 Maggio 2017
      – Modulo 4: 17-18 Giugno 2017
      – Modulo 5: 15-16 Luglio 2017
      – Modulo 6: 19-20 Agosto 2017
      – Gli ulteriori 6 moduli saranno effettuati nel 2018
      Vedi Evento per dettagli

    Articoli collegati al piano didattico

    Gli articoli verranno inseriti a breve.