Brevetto Istruttore di 3° Livello


In questo corso vengono approfonditi gli argomenti relativi al 5° livello allievi, ossia la formazione socio-cognitiva del cavallo e la richiesta di collaborazione tramite lunghina.

Qualifiche dell'Istruttore con Brevetto di 3° Livello
Il superamento dell’esame previsto certifica il tuo livello di conoscenza della capacità di insegnare e di trasmettere la filosofia HorseManKind sia nella teoria che nella pratica.
Nell’Elenco degli Istruttori Nazionali Ufficiali presente sul sito verrà aggiornata la tua qualifica.

 

Il Brevetto di Istruttore di 3° Livello ti abilita a:
– Organizzare autonomamente corsi per gli allievi di tutti i Livelli;
– Eseguire gli esami e abilitare gli allievi di tutti i Livelli.
– Organizzare autonomamente corsi per gli Istruttori di 1° e 2° Livello;
– Eseguire gli esami e abilitare gli Istruttori al 1° e 2° Livello.

Aggiornamento Brevetti Istruttori

Come da regolamento presente nella Carta HorseManKind, “gli istruttori dovranno obbligatoriamente partecipare alla sessione di aggiornamento annuale nella quale verrà rinnovata e confermata la validità del Brevetto acquisito. La mancata partecipazione ai corsi di aggiornamento annuali prevedrà la sospensione della validità del brevetto. Dopo il secondo anno consecutivo di sospensione del brevetto si provvederà alla revoca automatica dello stesso con la perdita di ogni sua validità formale“.


La Didattica
  • Teoria e Pratica della formazione socio-cognitiva interspecie:
    • Approfondimento dell’analisi della differenza tra:
      • autorevolezza e autorità;
      • collaborazione e leadership;
      • collaborazione e ubbidienza.
    • Approfondimento dell’analisi della differenza tra:
      • richiesta di azione e richiesta di comprensione;
      • invito e richiesta.
    • La mente del cavallo e stimolo della sua riflessione come fondamentale approccio alla richiesta.
    • Reciprocità e suoi principi fondamentali che autorizzano la richiesta autorevole.
    • Movimenti morbidi e posture da assumere nel fare prima gli inviti e poi le richieste nel caso il cavallo fosse disinteressato alla collaborazione.
    • Uso della lunghina nella richiesta autorevole in cui la determinazione del partner umano e la sua sicurezza sostituiscono coercizione e pressioni esasperate.

CONDIVIDI SUI TUOI SOCIAL NETWORK