Inverno

Gianna M. Veronesi EquiMomenti

Caro inverno, ti saluto.

Sento che il mio pelo si sta sfoltendo lentamente e che il freddo si sta calmando.

Sulla mia schiena sento una brezza tiepida che accompagna l'arrivo della primavera.

So che si sta avvicinando. La sento addosso.

È il mio corpo a dirmelo.

E me lo dicono anche i canti degli uccelli e quell'erba così buona e verde che ha cominciato a crescere.

Non esiste un giorno esatto. Il tempo semplicemente muta, attimo dopo attimo.

E io muto con lui.

Quindi, caro inverno, ti saluto.

Ci rivediamo tra un po'.

Non so quando, ma so che ti sentirò.

Nella foto: Pegaso del branco HorseManKind.